Sexy_Windows_XP

sexy-desktop

Anche se il nuovo Windows 7 vende fino a sette copie al secondo, il re dei sistemi operativi continua ad essere Windows Xp, anche in ambiente di lavoro. Secondo un amministratore della Microsoft, infatti, praticamente tre quarti dei computer business continua ad utilizzare il sistema operativo vecchio ormai di nove anni, su un hardware mediamente vecchio dai tre ai quattro anni.
Per questo motivo, come si legge sulle pagine di Computerworld, Microsoft ha garantito il supporto al downgrade del sistema operativo, da Vista o da Windows 7, fino all’anno 2020! Avete letto bene, la notizia è riportata anche da Electronista e Engadget, e sembra davvero assurdo che venga esteso il supporto ad un sistema che non è in grado di sfruttare i sistemi multiprocessore. Il motivo di questa estensione va ricercato negli standard che ormai sono stati adottati dal mondo del lavoro, ed imporre una migrazione collettiva a nuovi sistemi potrebbe “creare confusione”, secondo le parole del comunicato Microsoft.